NON LASCIARE CHE ACCADA... Help for children


"Per la strada vidi una ragazzina che tremava di freddo, aveva un vestito leggero e ben poca speranza di un pasto decente. Mi arrabbiai e dissi a DIO: << Perchè permetti questo? Perchè non fai qualcosa? >>. Per un pò DIO non disse niente. Poi, improvvisamente, quella notte mi rispose: << Certo che ho fatto qualcosa. Ho fatto te >>." (Il canto degli uccelli - A. De Mello)



La vita è un diritto: a nessun essere umano può essere negato, qualunque sia la sua condizione. Questo diritto viene riconosciuto a tutti al momento della nascita. A molti però, subito dopo, gli viene negato. Ogni giorno la malnutrizione e malattie come diarrea, polmonite, morbillo, malaria, AIDS, causano la morte di migliaia di bambini. Coloro che vivono nelle zone più povere del mondo e restano indietro nella corsa per la vita. Ogni giorno circa 22.000 genitori nel mondo ricevono la notizia della morte del loro figlio, una di quelle notizie che nessuna mamma e nessun papà vorrebbe mai ricevere. Genitori che non potranno più riabbracciare i loro bambini solo perché sono nati nel posto nel  momento sbagliato. 

Il dolore è tanto più duro da sopportare se si tratta di una morte evitabile. Nel mondo ogni giorno nascono 2.500 bambini affetti da cardiopatie congenite, di cui 2.000 non hanno nessuna speranza di sopravvivere, perché nascere con una grave cardiopatia in un paese povero significa essere condannati a morte.
Possiamo fare molto per loro, semplicemente uscendo dalla nostra ostinata indifferenza e assurdo egoismo. Restituire il sorriso ad un bambino malato, orfano, malnutrito, è un loro diritto ma soprattutto un nostro dovere. Un atto d’amore nei loro confronti è un atto d’amore verso il prossimo e verso Dio (Matteo 25 – “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me”).

Quando la sera accarezziamo e baciamo i nostri figli nei loro letti, ricordiamoci quanti  genitori non hanno la nostra stessa fortuna, ricordiamoci che ci sono bambini a cui manca il sorriso: un bambino senza sorriso è contro natura e quasi sempre è una condanna a morte…. Restituiamogli il sorriso. Possiamo farlo, dobbiamo farlo. Non continuiamo a nasconderci dietro espressioni del tipo “tanto ci pensano gli altri” oppure “ma io non posso aiutarli” ; questi alibi non reggeranno il giorno in cui saremo chiamati a renderne conto a Dio, quando saremo giudicati soprattutto per gli atti d’amore che abbiamo evitato di fare.




I bambini hanno, più di tutti, il diritto di vivere, giocare, cantare, ridere, sognare. Qualunque sia il tipo di aiuto che possiamo offrire, non aspettiamo oltre, cominciamo subito, cominciamo adesso!






http://www.facebook.com/aiutareibambini                          www.unicef.it                                             http://www.aiutareibambini.it/